tutorial

50 anni di linguaggi per bambini e 5 app per insegnare il coding

in Scienza e Tecnologia di
coding
Oggi 4 dicembre sono passati 50 anni dalla nascita dei linguaggi per i bambini, parliamo del doodle di oggi e quali app possiamo usare per insegnare il coding ai bambini

Continua a Leggere

Come creare flashcard per attività didattiche: Flippity

in Scienza e Tecnologia di
flippity tutorial
Intuitivo, rapido e comodo, Flippity permette velocemente di creare delle attività facili da condividere e accessibili per gli alunni. Vi spieghiamo come fare

Continua a Leggere

Vuoi scrivere un articolo su Occhiovolante? Il tutorial e le domande frequenti

in Redazione Aperta di
scrivere articoli
Avresti sempre voluto parlare della scuola ma non hai idea da dove partire? Hai un argomento di cui vuoi parlare? Inviaci il tuo articolo, è facile. Basta seguire questi 3 passaggi

1) Registrati gratuitamente e ricordati di spuntare la voce “Sono insegnante o dirigente scolastico”. Se hai già compilato la registrazione puoi passare al passaggio successivo.

2) Clicca su “Invia un articolo” in alto a destra o qui, oppure inviaci direttamente un testo (formato: Word, PDF) e con immagini allegate all’indirizzo: occhiovolante@progettiedu.it. Se utilizzi “Invia un articolo” ti si aprirà questa schermata:

3) Inserisci un titolo nel primo riquadro, il testo nel secondo (potete anche copiare e incollare all’interno e gestire facilmente la formattazione con i tasti viola) e infine se vuoi puoi aggiungere immagini cliccando su “scegli file” sotto Gallery.

Clicca su “Invia contenuto”. E voilà, l’articolo verrà inviato alla nostra redazione che darà gli ultimi ritocchi prima della pubblicazione.

 

Domande Frequentipunto interrogativo lavagna

Quanto deve essere lungo un articolo?
Come riferimento puoi prendere in considerazione una cartella (1800 caratteri spazi inclusi), può essere più corto, ma cerchiamo di non pubblicare articoli troppo lunghi (diciamo non più di 5400 caratteri) perché sul web diventano un po’ pesanti da leggere.

Posso inserire dei video nel mio articolo?
Si, i link (non embed) ai video YouTube o Vimeo che si vorrebbe veder pubblicati vanno inseriti nel corpo dell’articolo.

Che immagini dovrei inserire?
Puoi inserire immagini libere da copyright oppure che hai scattato direttamente e vuoi condividere, naturalmente (serve dirlo?)  non dovranno essere offensive o indecorose e verrà comunque valutato in redazione se utilizzarle o meno per accompagnare il tuo articolo.

– Perché il titolo o le immagini non sono quelle che ho scelto?
Ci atterremo il più possibile a rispettare il testo originale, ma agiremo comunque come una redazione professionale, correggendo eventuali refusi, impaginando l’articolo e gestendo immagini e titolo in modo da integrarli al meglio dentro il nostro flusso redazionale. Tutto quello che facciamo è mirato a darvi una migliora visibilità sul nostro sito e sui motori di ricerca.

Di chi è la proprietà intellettuale dell’articolo che invio?
Vi chiediamo un contenuto originale perché rimane di proprietà dell’autore.

Ho inviato un articolo, dopo quanto tempo uscirà su Occhiovolante?
Mediamente puoi aspettarti di vedere uscire il tuo articolo nel giro di pochi giorni, i giorni potrebbero aumentare se siamo nel fine settimana o se abbiamo ricevuto molti contributi in poco tempo.

Ho molte idee, vorrei inviarvi una serie di articoli su un tema specifico, come posso fare?
Inviaci la tua idea al nostro indirizzo mail occhiovolante@progettiedu.it, con un primo articolo d’esempio. Se l’idea è buona creeremo una sezione esclusiva dedicata alla tua rubrica!

Se non sono un insegnante non posso inviarvi articoli?
Se sei un esperto del settore educativo puoi inviarci l’articolo direttamente sul nostro indirizzo mail occhiovolante@progettiedu.it. Valuteremo la proposta e riceverai una risposta il prima possibile.

Ho una domanda ma non rientra nelle precedenti, che faccio?
Inviacela direttamente alla nostra mail: occhiovolante@progettiedu.it saremo contenti di rispondere.


Il contributo di insegnanti, educatori, dirigenti scolastici alla redazione del magazine è fondamentale e ci sentiamo fin da subito onorati della partecipazione che vorrete riservarci, perché ci sentiamo dalla vostra parte e siamo convinti che non si possa parlare di educazione e scuola senza contributi che arrivino direttamente dalla pratica dell’insegnare e dell’educare.

Torna su