Bologna Children’s Book Fair: eventi in città (anche) per gli insegnanti

in Fiere & Festival di
Durante la Bologna Children’s Book Fair, in programma a Bologna dall’1 al 4 aprile, la città apre le sue porte alla fiera con tutti gli operatori di settore coinvolti e la fiera apre le sue sulla città dove gli eventi a cielo aperto non si contano.  Ecco alcuni eventi  interessanti anche per educatori, formatori e insegnanti.

In programma dal primo al 4 aprile 2019, la Bologna Children’s Book Fair, è sicuramente uno degli avvenimenti letterari più importanti a livello internazionale: si vede la città aprire le sue porte alla fiera con tutti gli operatori di settore coinvolti e la fiera aprire le sue sulla città dove gli eventi a cielo aperto non si contano. Il coinvolgimento è totale, l’attenzione alla letteratura per l’infanzia e a ciò che le è satellite non cala per tutta la settimana e ogni angolo della città ne è coinvolto. Proviamo a segnalare qui alcuni degli eventi più interessanti anche per educatori, insegnanti e per le famiglie in generale, dico anche perché protagonisti sono e restano bambini e ragazzi, la letteratura e le immagini che li riguardano.

bologna
Bruno Tognolini e Giusy Quarenghi

A suon di versi. Incontro con Giusi Quarenghi e Bruno Tognolini organizzato da Hamelin apre le danze già domenica 31 Marzo alla Casa Carducci. Un incontro sul rapporto tra infanzia e poesia nell’ambito del progetto Nella casa del poeta. Rileggere Carducci dove Giusi Quarenghi e Bruno Tognolini illumineranno il percorso lungo cui la tradizione passa di poeta in poeta, di bambino in bambina. Un prezioso incontro per insegnanti e educatori ma anche per genitori lettori e promotori della lettura.

Absolute Beginners. Barcollando, i primi passi fra le pagine. In Salaborsa in pieno centro città una mostra internazionale dedicata ai toddlers, che nella traduzione dall’inglese indica un bambino piccolo in quell’eta in cui comincia a camminare con quel l’andatura barcollante che ha una persona ancora un po’ incerta, che sta imparando a fare una cosa nuova. In esposizione libri per lo più cartonati dedicati alla fascia da 0 a 3 anni, dove anche l’allestimento è pensato per la libera circolazione dei bambini, per la sperimentazione, la lettura e dove i genitori, insegnanti e educatori potranno trovare informazioni su artisti e editori.

Bologna a testa in su è un’altra mostra, curata da Hamelin, dove si potrà ammirare il particolare lavoro di un’illustratrice cinese, Daisy Zuo – paese ospite la Cina dell’edizione 2018 della BCBF- invitata a scoprire la città di Bologna. Risultato di questa esplorazione un albo d’artista in bianco e nero e una mostra. Al Museo Davia Bargellini dal 2 aprile al 5 maggio le tavole dell’artista cinese dialogheranno con alcuni pezzi della collezione permanente, diventando a loro volta strumento per far scoprire al pubblico cinese, agli ospiti internazionali e perché no, anche ai bolognesi, uno degli spazi più incantevoli e bizzarri della città.

 

Sulla scia del successo di Bologna a testa in su per questa edizione che vede la Svizzera come Paese Ospite d’onore due sono le artiste coinvolte: una italiana Irene Penazzi, e una svizzera Johanna Schaible e il progetto prende il nome Bologna-Berna a testa in su. Due le guide prodotte dalle artiste una su Berna e una su Bologna, due pubblicazioni da colorare e consultare, da leggere e da scrivere, da conservare per raggiungere, aiutati da una mappa, un dettaglio nascosto o sconosciuto in un qualche punto della città. Johanna Schaible sarà protagonista con i bambini e ragazzi di un laboratorio a cielo aperto in giro per la città con gli occhi aperti e lo sguardo in alto, allacciando con il tessuto urbano un rapporto personale di gioco e di empatia. Un buono spunto anche per educatori e insegnanti per un uso diverso della città.

Sempre in giro per la città inaugura da ZOO in strada Maggiore La più folle mostra illustrata del mondo con le illustrazioni di Tom Schamp papà di Otto e animatore delle sue avventure. Autore belga dall’estro straordinario, arriva a ZOO con una serie di disegni originali ispirati a  Il più folle libro illustrato del mondo, edito da Franco Cosimo Panini, che ne cura l’esposizione aperta dal 1 al 7 aprile.

In contemporanea la mostra, realizzata da ZOO in collaborazione con TOPIPITTORI, dell’illustratrice Vessela Nikolova, Con gli occhi di Eva, esposte le tavole dei due albi illustrati In spiaggia e Al mercato  e i primi schizzi preparatori di Al museo  (che sarà pubblicato nel 2020), accompagnate dai testi di Susanna Mattiangeli. Vessela Nikolova segue Eva, una bambina come tante che porta lo stesso nome di sua figlia, con garbo e attenzione e ne registra le avventure semplici e quotidiane con un segno sintetico ma delicato: quasi uno sketch-book ad altezza di bambino, pieno di serietà e di umorismo, di interesse, di studio e di genuino spirito di avventura. Sino al 30 aprile.

Impossibile non fare un salto in almeno due delle librerie più famose della città la Libreria Giannino Stoppani dove lunedì 1 aprile alle ore 20 l’autrice Beatrice Masini presenterà il suo libro Storia di May, piccola donna, martedì 2 aprile alle ore 19.15 Beatrice Alemagna incontra il suo pubblico per autografare i suoi albi illustrati mentre mercoledì 3 aprile si susseguono Alessandro Sanna con la presentazione del suo ultimo libro Come questa pietra. Il libro di tutte le guerre e alle 20.45 in collaborazione con Sinnos l’incontro attorno al libro Annie. Il vento in tasca vera storia di Annie Kopchovsky e del suo giro del mondo in bicicletta raccontata da Roberta Balestrucci e illustrata dai tipi di Luogo Comune.

Da Trame Libreria Bookshop in collaborazione con BOOM! CRESCERE NEI LIBRI sempre lunedì 1 aprile incontro con Katherine Rundell , acclamata autrice di Capriole sotto il temporale e Sophie sui tetti di Parigi, La ragazza dei lupi Premio Andersen 2017, presenta il suo libro edito da Rizzoli, Racconti dalla giungla.

Per chi volesse ascoltare  Tuono Pettinato e Alessandro Baronciani l’appuntamento è invece al wine bar La confraternita dell’uva martedì 2 aprile alle 19,30: illustratori rispettivamente di C’è qualcuno nel buio, del Premio Strega Paola Zannoner, e Famiglie e altri scompigli, di Manuela Salvi, racconteranno del loro lavoro, di segni, voci, narrative fra il mondo dell’immaginario adulto e quello dei ragazzi. Di somiglianze, identità e differenze, di sfide stilistiche e riferimenti ideali, e delle strade per cui passa la ricerca dell’emozione in un racconto per immagini.

A tutti l’augurio di un buon tempo tra la meraviglia di libri, parole e illustrazioni.

 

 

Tags:

Rubriche

Fra cattedra e finestra

di Sabina Minuto

Giochi senza frontiere didattiche

di Giovanni Lumini

Didattica e diritto

di Gianluca Piola

Ora di Alternativa

di Valerio Camporesi

Maschile singolare

di Ivan Sciapeconi

Tracce di scuola intenzionale

di Sonia Coluccelli

Sentieri tra i banchi

di Fabio Leocata

Virgolette

di Paola Zannoner

Luoghi Interculturali

di Mariangela Giusti

La Facile Felicità

di Renato Palma

Torna su