zootropolis

Perché dovreste vedere Zootropolis

in Short & Movie di
Zootropolis è un film d’animazione del 2016 prodotto dalla Disney. Vincitore dell’Oscar come miglior film d’animazione nel 2017

Vi aspettate il classico film per bambini? Vi sbagliate. Zootropolis, diretto da Byron Howard e Rich Moore, ha molte chiavi di lettura, è ben scritto, ha una trama avvincente, ma soprattutto affronta coraggiosamente un tema attuale: la diversità.

Come il classico antesignano Robin Hood del 1973 e Chicken Little del 2005, Zootropolis è una storia poliziesca di animali antropomorfi in un mondo dove gli umani sono assenti. Un mondo dove gli animali hanno superato i loro istinti per costruire una società civile e uno stato permanente di convivenza. Così è normale vedere predatori e prede seduti accanto in autobus senza problemi.

Naturalmente non può essere tutto così semplice, pregiudizi, preconcetti e paure continuano a serpeggiare celate ma non invisibili nella società. E così i piccoli boy scout sono tutti erbivori, e i bulli spesso carnivori.

zootropolis bullismo

La nostra piccola piccola eroina, una coniglietta di nome Judy, sfida la tradizione di famiglia perché vuole diventare una poliziotta della grande città, ma non c’è mai stato un coniglio nelle forze di polizia. E così sembra che il film trasmetta il solito messaggio del “credi in te stesso che puoi farcela di fronte a qualsiasi difficoltà”, ma è una fase superata velocemente.

La scomparsa di alcuni mammiferi trascinerà infatti Judy in una spirale di eventi che culminerà con un ribaltamento di prospettiva. Gli erbivori, da sempre in posizioni subalterne e mai di potere nella città, ribaltano la situazione quando tutti i carnivori sono sospettati di poter tornare al loro stato istintivo e violento.

zootropolis

E così, con un twist degno dei migliori film, si rivela che anche i mondi animati non sono tutti bianchi e neri, le sfumature sono molte e la situazione sfugge di mano alla piccola coniglietta che, senza volerlo, scatena una caccia alle streghe che finisce per emarginare una parte della popolazione e con questa anche il compagno di avventure, una volpe, che ha imparato ad apprezzare nonostante le sue paure.

È un film denso, pieno di messaggi che permette di riflettere sulla nostra società con un filtro colorato, ma che tutto sommato non nasconde troppo. Diverte ma trova anche il modo di parlare di diversità, pregiudizi, società e convivenza.

zootopia

Rubriche

Fra cattedra e finestra

di Sabina Minuto

Tracce di scuola intenzionale

di Sonia Coluccelli

Maschile singolare

di Ivan Sciapeconi

Ora di Alternativa

di Valerio Camporesi

Virgolette

di Paola Zannoner

Luoghi Interculturali

di Mariangela Giusti

La Facile Felicità

di Renato Palma

Torna su