lettura libri estate

Distopie, avventure, classici, libri originali da consigliare per l’estate

in Letteratura di
Che libri consigliare ai ragazzi? Imporre i romanzi imperdibili o lasciare libera la scelta? Il dibattito è aperto. Qualche proposta e suggerimento per insegnanti e genitori

L’estate rappresenta per molti, ma specialmente per gli studenti, un momento ideale per la lettura. Molto tempo libero da dedicare ai libri accumulati sul comodino e nella propria libreria. Per il non lettore invece, il tempo libero c’è ma è da dedicare ad altro, per i libri aspetta (senza troppa ansia) settembre.

E allora appaiono inadeguate, pesanti o troppo libere le liste delle letture estive assegnate a scuola. Fanno perdere il piacere della lettura. Ma non è semplice guidare i ragazzi verso una lettura matura senza cadere nella trappola del genitore arrabbiato o lo studente annoiato.

Giusi Marchetta, insegnante e autrice, prova a consigliare qualche titolo fresco per ingaggiare i ragazzi con la lettura. Per introdurre i più piccoli ai classici esiste una collana di mappe (Le mille e una mappa) che illustrano il viaggio di Ulisse, di Marco Polo e altri personaggi. Con scrittori come Pino Pace e Sofia Gallo, la scrittura accompagna e esalta il contenuto e lo rende molto divertente.

 

Quando si parla di classici, inutile dirlo, è importante che siano presenti, ma è anche fondamentale che la quantità e la libertà lasciata allo studente siano consoni. Non tutti sono pronti allo stesso momento ad affrontare un autore che magari troveranno con più piacere più avanti. L’elemento cruciale è permettere agli studenti di affrontare consapevolmente la scelta con tutto ciò che hanno a disposizione. Dovrebbero affrontare le letture più ostiche durante l’anno, col supporto del docente, mentre lasciare all’estate libri di buon livello ma più accessibili.

A partire dai dodici anni, Giusi consiglia L’isola dei libri perduti di Annalisa Strada, dove si descrive un mondo in cui i libri non esistono e che nascondo temi su cui i ragazzi dovrebbero riflettere come l’identità, la curiosità, la conoscenza e come questi influenzano il pensiero e il nostro io.

Altro libro consigliato è Tredici di Jay Asher, tornato alla ribalta grazie alla serie tv. Tratta un tema difficile ma importante, il suicidio di un’adolescente. Leggere con i propri figli o studenti e parlare di questi argomenti è fondamentale per far emergere il problema e mostrare che ci sono altre strade e persone disposte ad ascoltare i problemi.

Una categoria spesso considerata di genere e invece molto interessante per i ragazzi è la distopia: Solo per sempre tua di Louise O’Neill, in cui si immagina una società di donne allevate in laboratorio per essere selezionate dagli uomini; e Il racconto dell’ancella di Margaret Atwood, da cui è stato tratta anche una serie tv, che invece ci trasporta in una repubblica in cui le ancelle vengono sfruttate dai leader della dittatura per procreare.

Distopia libri estate
Cruise Ship di Alex Andreev

Infine per riflettere su identità e uguaglianza e sul problema annoso della disparità dei sessi: Dovremmo essere tutti femministi, di Chimamanda Adichie. Pensate che è stato regalato dal governo svedese a tutti i sedicenni. 

Ma non dimentichiamoci che l’estate il momento di tutte quelle letture che anche il buon senso ci suggerisce. Non lasciamoci condizionare troppo da liste rigide e libri imperdibili, ognuno arriverà a suo tempo. L’importante è coltivare questa bellissima attività e non c’è momento migliore di questo.

Fonte: http://www.illibraio.it/libri-consigliati-estate-ragazze-ragazzi-558251/

Ti è piaciuto questo articolo?

Iscriviti alle nostre storie 10 e lode

Lascia un commento

Ultime da

Torna su